Post cinefilo

3 Ago

Un week end di agosto a Milano, i figli non ci sono, le macchine per le strade neppure, ma io nemmeno me ne accorgo perché sto rintanata nel mio guscio di lumaca, la mia casa, la mia tana, da cui esco per portare a spasso il cane e per godermi il gusto di rientrare. Scrivo, divago, e mi concedo una doppia dose di film, tra nuove uscite, e recupero di classici: con l’aiuto di una delle poche videoteche rimaste, Le cinema di via Washington, e  di Rai Movie. Dal Conformista di Bertolucci (ecco dove Sorrentino ha imparato le architetture di certe inquadrature) a Mezzogiorno di fuoco (dove anche le ombre recitano). Da Europa 51 di Rossellini (per scoprire come Cuore sacro di Ozpetek ne sia la più sbiadita attualizzazione) a Nebraska di Payne (con inquadrature plastiche come quadri di Van Gogh senza i colori). Il week end va a morire, e chissà che cosa mi regalerà ancora Rai Movie stasera.

ps: ho anche scritto una fiaba, su commissione e davvero inusuale. e prr ora non condivisibile; ma ha messo alla prova la parte di mestiere che c’è nell’essere scrittore per ragazzi. Senza però dimenticare mai una genuina ispirazione.   Perché una fiaba (così come un film) senza anima può anche essere perfetto, ma nessuno se ne ricorderà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: