Tag Archives: Lettura

“La libraia”, ossia quando i libri curano per contatto intimo e profondo.

10 Nov

Su Libri e Marmellata c’è una bella recensione a La libraia, una di quelle che uno scrittore sogna sempre per i suoi romanzi. Io mi limito a proporvene un brevissimo estratto, voi però andate a leggerla per esteso sul  sito!

Leggendo il romanzo di Fulvia Degl’Innocenti – La libraia – pubblicato da poche settimane dalle edizioni San Paolo, ho trovato uno specchio per il mio pensiero: il sentire che i libri non curano tramite spiegazioni, istruzioni, consigli, ma curano per contatto intimo e profondo.

Annunci

Ancora “La libraia”!

14 Ott

Fa sempre piacere quando qualcuno scrive bene del tuo libro, e il piacere aumenta quando scopri che non è solo il tuo ultimo romanzo a essere apprezzato, ma tutto il lavoro a cui ti sei dedicata con amore per anni. Ecco perché la recensione a La libraia fatta da Il cantafiabe smemorato mi è particolarmente cara!
A voi un piccolo estratto:

No, la libraia è a tutti gli effetti una delle ragazze della Degl’Innocenti, con il suo passato tosto e una serenità acquisita a furia di errori e di sbatterci la testa. Ma a volte, non sempre, sbagliando si impara, e rimane perfino qualcosa di buono.

per la recensione completa basta cliccare qua.

Una bella recensione su La Libraia!

2 Ott

La gioia più grande per uno scrittore è, va da sé, sapere che i lettori apprezzano i suoi libri, ma altrettanta soddisfazione genera il parere dei critici e degli esperti di letteratura. Nel mio caso, è con grande piacere che riporto due passi da un lungo articolo che il prof. Cosimo Rodia, studioso del Novecento letterario e di LG, ha dedicato a La libraia su Agor@ magazine:

“Un romanzo di formazione in cui Lia oltrepassa l’età di mezzo, dapprima senza guide, successivamente con il sostegno di una maestra, attraverso i cui consigli diventa grande e pronta ad affrontare la vita con sicurezza. E il mimetismo e il riscatto di Lia sono un’aperta difesa della civiltà dell’uomo…
Un libro che induce a riflettere su una serie di problematiche quotidiane e che semina sensibilità, affermando sotterraneamente che una comunità si crea mettendo insieme le energie positive, per edificare un mondo più solidale e, dunque, più bello”.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.